logoverticale 3.gif (13804 byte)

Torna alla Home page
Torna indietro
Inviaci una email


RIVISTA DI METEOROLOGIA, CLIMA E GHIACCIAI
  

ATLANTE
DELLE NUBI

Poster 70x100 cm
posternubi.gif (22183 byte)

meteolabfrontipiccolo.gif (11746 byte)
METEOLAB CD
Corso multimediale di meteorologia

 CLIMATOLOGIA LOCALE 
MAGGIO 2001 NEL MILANESE
Piovoso e con un'intensa ondata di caldo estivo
A cura di Francesco Sudati, SMI Sez. Lombardia

Dati delle stazioni meteo amatoriali di: Francesco Sudati (BUCCINASCO, hinterland sud-ovest di Milano, 112 m), Stefano Nava (MONZA, a nord-nord/est di Milano, 162 m), Alessandro Ceppi (SEREGNO, a nord di Milano, 224 m) e Alberto Re (SEDRIANO, a ovest di Milano, 145 m).

BUCCINASCO, 10 Giugno 2001 - La situazione di blocco dei primi giorni Ŕ favorita da un'alta pressione sulla penisola balcanica antagonista ad una profonda depressione incentrata al suolo sul golfo di Guascogna, che convoglia correnti umide meridionali sull'Italia nord-occidentale. Il milanese, proprio sul confine meteorologico tra una situazione di maltempo (pi¨ a ovest, in Piemonte) e di tempo soleggiato (pianura lombarda orientale), vede condizioni alterne di annuvolamenti, con associati rovesci o piovaschi e ampie schiarite.

Dal pomeriggio del giorno 3 il primo vero fronte freddo riesce ad aprirsi un varco anche sulla Lombardia: si hanno temporali diffusi, ma con apporti modesti: 8 mm a Buccinasco, 6.8 mm a Seregno e 4.5 mm a Monza. La lunga catena di perturbazioni, inserita in un pronunciato corridoio depressionario con asse sudovest-nordest, apporta rilevanti precipitazioni, spesso accompagnate da temporali, tra il 4 e la mattina del 7. Nei tre giorni di maltempo si rilevano apporti che vanno dai 44 mm di Buccinasco ai 58 mm di Monza. In questi giorni si registrano anche i valori minimi di pressione misurati al suolo, come evidenziato dal diagramma sottostante che mostra l'andamento barico medio (valutato tra il valore minimo e massimo giornaliero), riferito al livello del mare, registrato alla stazione di Monza:

L'anticiclone, che al suolo interessa anche il nord d'Italia, ha la sua parte dinamica strutturata a tutte le quote, che occupa le alte latitudini europee per molti giorni. Tale situazione Ŕ favorevole alla discesa di correnti fresche ed instabili dall'ancor freddo entroterra russo. L'atmosfera Ŕ instabile e frequenti temporali interessano il milanese: la sera del 7 a Monza 9 mm, a Seregno 1.6 mm; la sera successiva altri temporali a Monza con 6 mm, a Seregno con 4.5 mm e a Buccinasco con 13 mm; la sera del 10 ancora temporali: a Seregno 9.4 mm, a Buccinasco 6.5 mm e a Monza 2 mm.
Le temperature della prima decade del mese sono al di sopra dei valori medi specialmente per quanto riguarda i valori minimi.

Dal pomeriggio dell'11 al 13 un promontorio anche in quota regala tempo soleggiato e temperature gradevoli: il 12 le massime sono di 27.4 ░C a Seregno, 26.0 ░C sia a Buccinasco che a Monza.

Nuove correnti umide sud-occidentali sono foriere di nuvole e piogge tra il 14 e il 16: il 14 a Monza si hanno 6.4 mm, a Buccinasco 1 mm e a Seregno solo 0.5 mm; il 15 a Seregno 12.8 mm, a Buccinasco 8 mm e a Monza 3 mm; il 16 un temporale apporta 22.5 mm a Monza, a Buccinasco e Seregno solo un breve rovescio con 1.5 mm.

Il 18 l'anticiclone delle Azzorre si estende alla Francia favorendo una rotazione da nord delle correnti sulle nostre regioni. La sera dello stesso giorno si ha fohn su tutto il milanese, a Sedriano la raffica massima raggiunge i 48.3 km/h da N.

Il giorno successivo il vento gira da E-SE, favorito dal rialzo dell'anticiclone verso le isole britanniche, ma la giornata risulta comunque soleggiata. Si ha un moderato calo delle temperature minime: a Monza si passa dai 17.0 ░C del 18 a 11.9 ░C del 19, a Buccinasco dai 16.0 ░C a 11.3 ░C sempre negli stessi giorni.

L'elevata posizione di latitudine sull'Europa dell'anticiclone favorisce il richiamo di una perturbazione nord africana verso l'Italia. Il 21 il fronte caldo apporta piogge anche nel milanese: 7 mm a Seregno, 6.5 mm a Buccinasco e 5.5 mm a Monza. Il 23 la residua depressione sul Tirreno richiama impulsi di aria relativamente fresca dalle regioni carpatico-danubiane. I fenomeni, inizialmente limitati al solo vento di grecale con associata moderata nuvolositÓ cumuliforme, si concretizzano soprattutto il pomeriggio del 25. L'intenso riscaldamento diurno (massime di 29.8 ░C a Seregno, 28.2 ░C a Buccinasco , 27.6 ░C a Monza) contrasta con la residua sacca di aria fredda in quota e si accendono intensi temporali (accompagnati da grandine di piccola dimensione) sul capoluogo lombardo e le aree limitrofe: 17.6 mm a Sedriano, 12.5 mm a Monza, 5.5 mm a Buccinasco e solo 0.7 mm a Seregno.

Dal 26, dopo parecchi mesi di lunga, se non sporadica, assenza, torna a dominare la scena del Mediterraneo centro-occidentale, l'anticiclone delle Azzorre. Il tempo soleggiato e la subsidenza da NO dell'aria, fanno crescere le temperature fino a valori decisamente estivi superando abbondantemente i 30 ░C. Nel diagramma seguente, che mostra l'andamento dell'umiditÓ relativa minima e massima registrata alla stazione di Seregno, Ŕ evidente la relativa deumidificazione dell'aria associata all'intenso riscaldamento degli ultimi giorni del mese:

Nel diagramma sottostante sono mostrate le temperature minime, massime e medie registrate a Buccinasco:

L'intenso riscaldamento Ŕ valutabile in circa 10 ░C (linea verde dell'ultimo diagramma) in soli 8 giorni (dal 21 al 29)! Dal radiosondaggio di Milano Linate risulta uno zero termico molto alto, la notte del 28 si colloca a 4000 m. Il 29 si raggiungono i 34.2 ░C a Seregno, 32.8 ░C a Sedriano, 32.6 ░C a Buccinasco e 32.4 ░C a Monza! Molto alte risultano anche le temperature minime, ovunque intorno o poco sotto ai 20 ░C. A Monza il 30 si registrano addirittura 22.0 ░C!

BILANCIO MENSILE

Dal punto di vista termico maggio 2001, pur avendo raggiunto valori massimi molto alti, non Ŕ risultato globalmente eccezionalmente caldo. A Buccinasco i 19.2 ░C di temperatura media, si collocano al secondo posto (a pari merito con il 1999) in 8 anni di misurazioni (1994-2001), dietro ai 19.6 ░C del maggio 2000. Anche a Monza, che dispone della serie di riferimento 1949-1979, non si Ŕ avuto un maggio eccezionalmente caldo: i 20.0 ░C di media di maggio 2001 sono stati superati almeno due volte: nel 1971 con 20.4 ░C e nel 1961 con addirittura 21.8 ░C! Gli scarti termici sono risultati comunque positivi in entrambe le stazioni: +0.7 ░C a Buccinasco e 
+2.2 ░C a Monza.
Le precipitazioni hanno confermato la climatologia, che vede il mese di maggio come uno dei pi¨ piovosi per il milanese. Sia i 142.9 mm di Monza, che i 98.0 mm di Buccinasco rappresentano un quantitativo moderatamente superiore alle medie storiche, come si pu˛ riscontrare dalla tabella climatica riassuntiva:

  *1 Media calcolata dalle temperature campionate ogni 10'.
  *2 Gli anni 1969, 1970, 1980-1983 e 1990-1995 non sono disponibili.

Altri dati meteorologici e climatici:

Valori termici estremi per le altre stazioni, maggio 2001:

 


Torna indietro


Guida al   sito    |    Contattaci    |    Segnala il sito    |   Credits    |   Copyrights