Info: Chi siamo | Come acquistareFAQ | Librerie fiduciarie | Contatti | Per i librai

 Dove sono: MeteoShop > Meteorologia > Fondamenti > Prevedere il tempo con internet

 


Ingrandisci

PREVEDERE IL TEMPO CON INTERNET
Corazzon P., Giuliacci A., Giuliacci M.
Alphatest , 2001
271 pagine, disegni e schemi a colori, mediamente illustrato,
cop. in brossura, dim. 17 x 24 cm .
€24 
Sconto di € 2 per i soci SMI 


| Descrizione | Autori | Indice | Indice

Livello: Principianti | Voto:
Giudizio Recensione

 
Disponibile entro 2-3 giorni lavorativi + spedizione
Per acquistare:
Metti nel carrello  | Vedi il carrello

INDICE

Prefazione
Introduzione

IL METEO IN INTERNET: LA TEORIA INDISPENSABILE

1.1 Dalle immagini del Meteosat i segreti dei moti atmosferici

1.2 La circolazione generale dell’atmosfera
1.2.1 Alisei e correnti occidentali, i venti che muovono l’atmosfera di tutto il pianeta
1 .2.2 Westerly: quando si ondulano nascono i fronti, gli anticicloni di blocco e gocce fredde
1.2.3 La Corrente a getto
1.2.4 Anticicloni di blocco, un’anomalia che nasce nella stratosfera
1 .2.5 Che inverno farà? Dipende dalla NAO

1 .3 La pressione atmosferica
1.3.1 Altitudine
1.3.2 Temperatura
1.3.3 Umidità
1.3.4 Le variazioni della pressione

1 .4 Le isobare

1.5 Geopotenziale e topografie assolute

1.6 Le avvezioni

1.7 I grandi protagonisti del tempo a scala sinottica
1.7.1 l cicloni
1 .7.2 Gli anticicloni
1.7.3 Le saccature
1.7.4 I promontori e i cunei
1.7.5 La pressione livellata

1.8 I fronti, la causa più frequente di maltempo alle latitudini medio-alte
1 .8.1 I cicloni extratropicali: quasi mai da soli
1.8.2 Nuvole, piogge e variazioni di pressione nei fronti

1 .9 Il vento al suolo: parente stretto del vento geostrofico

1.10 Il vento isallobarico

1.11 lI vento termico, un vento fittizio che soffia parallelo alle isoterme

1.12 Cicloni e anticicloni: freddi o caldi?
1.12.1 Cicloni freddi
1.12.2 Cicloni caldi
1.12.3 Anticicloni caldi
1.12.4 Anticicloni freddi

1.13 I moti verticali dell’atmosfera: l’aria si muove anche verso l’alto e verso il basso.

1.14 Divergenza e convergenza

1.15 Corrente a getto e divergenza: genitori dei cicloni extratropicali

1 .16 La vorticità, il concetto che ha avuto più successo nella fisica dell’atmosfera

1 .17 Vorticità e velocità verticali dell’aria

1.18 La stabilità dell’atmosfera
1.18.1 Stabilità atmosferica verticale per l’aria secca
1.18.2 Stabilità atmosferica verticale per l’aria umida
1.18.3 L’instabilità condizionale
1.18.4 L’instabilità convettiva
1.18.5 Come e quando l’atmosfera diviene più o meno stabile
1.18.6 Stabilità e temperatura potenziale

1.19 Il vapore acqueo nell’atmosfera
1.19.1 Grandezze igrometriche fondamentali
1.19.2 La temperatura pseudopotenziale

1.20 Condensazione e precipitazioni
1.20.1 Storia di una goccia di pioggia
1.20.2 Stau e Fohn

1.21 I modelli fisico-matematici
1.21.1 La rete mondiale delle osservazioni del tempo
1.21.2 Le previsioni del tempo prima degli anni ‘80. Il metodo sinottico
1.21 .3 Le previsioni del tempo oggi. I modelli fisico-matematici
1.21.4 Approssimazioni fisiche
1.21 .5 lI metodo numerico per risolvere le equazioni
1.21.6 Nodi e griglie nello spazio
1.21 .7 Assimilazione e inizializzazione del modello
1.21.8 Approssimazioni nella risoluzione numerica delle equazioni
1.21 .9 20 000 miliardi di operazioni per una previsione a 10 giorni
1.21.10 lI responso finale del modello è comunque affetto da erron
1.21.11 I modelli fanno acqua anche per ... colpa delle farfalle1
1.21 .12 Modelli globali, padri dei modelli ad area limitata
1.21 .13 I meteorologi italiani sbagliano di più
1.21.14 I modelli hanno accorciato le Alpi
1.21 .15 Le previsioni d’ensemble, un nuovo modo di prevedere il tempo
1.21.16 Modell-Story

1.22 Sigle, codici e unità di misura

LE INFORMAZIONI METEO SU INTERNET: COSA CONTENGONO, DOVE TROVANO
2.1 I modelli fisico-matematici più noti
2.1.1 MRF (Multi-Range Forecast Previsioni a medio termine)
2.1.2 AVN
2.1.3 NOGAPS
2.1.4 ECMWF
2.1.5 DWD
2.1.6 ARPEGE
2.1.7 UKMO

2.2 Mappe del campo banco al suolo (PMSL)
2.3 Le carte a 850 hPa
2.4 Le carte a 500 hPa
2.5 Mappe degli spessori
2.6 Con le mappe di umidità relativa una sfida per previsioni self-made
2.6.1 Modello AVN
2.6.2 Modello MRF
2.7 Le velocità verticali
2.8 Le mappe di nuvolosità e precipitazione
2.9 I palloni sonda e i diagrammi aerologici
2.10 Pioverà tra 2 ore a casa vostra? Chiedetelo alle immagini radar
2.11 I satelliti meteorologici

LETTURA E INTERPRETAZIONI DELLE INFORMAZIONI METEO SULLA RETE
3.1 Le mappe del campo banco al livello del mare
3.1.1 Nowcasting per cicloni, anticicloni e fronti
3.1.2 Nowcasting per il vento al largo sul mare
3.1.3 Nowcasting per il vento costiero

3.2 L’interpretazione delle carte a 850 hPa
3.2.1 Dove fa caldo, dove fa freddo
3.2.2 A che quota nevicherà~
3.2.3 Determinazione della temperatura massima in estate
3.2.4 Posizione dei fronti

3.3 L’interpretazione delle carte a 500 hPa

3.4 Una miniera di informazioni dai diagrammi aerologici
3.4.1 Stima di alcune importanti grandezze
3.4.2 Stima della stabilità atmosferica
3.4.3 Stima dello Stau e del Foehn
3.4.4 Subsidenza, avvezione o irraggiamento
3.4.5 Stima delle velocità verticali in atto sull’area del radiosondaggio
3.4.6 Pioggia, pioggia sopraffusa o neve?
3.4.7 Prevedere i temporali con i diagrammi aerologici

3.5 Come migliorare la previsione di nuvole e piogge dei modelli
3.5.1 Stima della nuvolosità dalle mappe RH
3.5.2 Stima della nuvolosità dalle mappe delle velocità verticali
3.5.3 Stima delle precipitazioni

3.6 I temporali: come si formano, come si prevedono, come si muovono
3.6.1 Storia di un temporale
3.6.2 Dove si sposterà il temporale

3.7 La previsione della neve
3.7.1 Riuscirà il fiocco di neve a raggiungere il suolo~
3.7.2 I venti che portano la neve in Italia
3.7.3 Dove e quanto

3.8 Come prevedere il Foehn
3.8.1 Foehn o Tramontana?
3.8.2 Anche gli Appennini hanno il loro Foehn
3.9 La previsione della nebbia

3.10 Farà caldo o freddo?
3.10.1 La temperatura, un complesso equilibrio tra fattori sinottici e locali
3.10.2 Come stimare le temperature massime e minime
3.10.3 Temperature minime
3.10.4 Temperature massime

3.11 Divergenza in quota dalle mappe a 300 hPa

3.12 L’interpretazione delle immagini dei satelliti meteorologici

Principali siti di meteorologia citati nel testo

 

 

 

Acquistando i prodotti del MeteoShop contribuirai allo sviluppo della meteorologia italiana,
sosterrai la pubblicazione della rivista
Nimbus e le iniziative della Società Meteorologica Italiana.

Meteoshop è un marchio ed un servizio gestito dalla Società Meteorologica Subalpina, socio fondatore  della Società Meteorologica Italiana Onlus. SMS è iscritta alla CCIAA di Torino - REA n°876410 ed è autorizzata al commercio elettronico e a mezzo posta dal Comune di Torino, autorizzazione  n° 2205159 del 26.04.2001

Società Meteorologica Subalpina, via Real Collegio 30, 10024 Moncalieri TO - tel 3470804444, 3351447169,  meteoshop@nimbus.it - © 2015, tutti i diritti riservati